Ostruzioni da crisi respiratoria notturna cosa fare estranei o masse tumorali Croup virale: Sintomi e cura Adenoidi bambini; sintomi cura operazione Fimosi: Le principali sono la bronchite cronica e l'enfisema, che quindi non riesce ad espandersi normalmente, possono essere diverse, possono essere diverse. Affanno. Negli anziani è più frequente una dispnea di tipo cronico, dovuta principalmente alla coesistenza di disturbi respiratori e cardiovascolari. Si trovava nella sua casa del barrio San Andres, a Buenos Aires. Cosa fare Una sensazione di disagio durante la respirazione può anche essere una condizione transitoria e non necessariamente il sintomo di qualcosa di grave. Possiamo trovare: Ostruzioni all'interno del naso, della bocca o della gola, dovute all'ingestione di corpi estranei o altre problematiche, Disturbi cardiocircolatori: il cuore è il muscolo che si preoccupa di pompare il sangue verso tutti i distretti dell'organismo, e tra questi anche al polmone; se l'attività cardiaca non dovesse funzionare correttamente, potrebbero arrivare quantità insufficienti di sangue all'organo, con una serie di disturbi, anche gravi. Prima di porsi il problema sul come affrontare una crisi respiratoria d’insorgenza secondaria allo spasmo affettivo è giusto tener presente che il modo migliore per affrontarla sta nel prevenire gli episodi scatenanti magari distraendo il bambino qualora si percepisca il pericolo di un episodio imminente. Un altro esempio è rappresentato dall'affanno in seguito ad un intenso esercizio fisico, soprattutto se si è fuori allenamento. L’insufficienza respiratoria ipossiemica e quella ipercapnica spesso causano sintomi simili. Quando ci troviamo ad altitudini elevate, ad esempio in montagna, siamo in condizioni atmosferiche che variano rispetto a quelle a cui il nostro organismo è abituato. Tosse molto forte e persistente Dunque, un paio di mesi fa il mio gattone di 7 anni, ha avuto una crisi respiratoria improvvisa, aveva dispnea e avvicinandosi si sentivano rumori come se avesse le vie respiratorie ostruite. cosa posso fare I sintomi dell'asma sono: difficoltà nel respiro, produzione di sibili durante l'inspirazione, sensazione di soffocamento, tosse. c'è un modo per risolvere il problema per cui io nn posso fare l'epidurale? In questi casi è necessario erogare ossigeno ad una bassa percentuale (2 o 3%). 1 Thumbnail youtube CORONAVIRUS: Cosa Fare e Come Proteggersi dalle Infezioni Respiratorie 25:07 2 Thumbnail youtube CATARRO DAL NASO E DALLA BOCCA (con Tosse) 07:34 3 Thumbnail youtube BPCO E VITA ATTIVA (come Minimizzare i Problemi dovuti alla... 09:10 4 Thumbnail youtube TOSSE CON SANGUE (Cause e Cosa Fare) 08:52 5 Thumbnail youtube NODULO AL POLMONE (il Nodulo sulla … Differenza tra ipossiemia, ipossia ed anossia, Differenza tra insufficienza respiratoria di tipo 1 e 2. L'infezione causa una riduzione del diametro di questo condotti, quindi l'aria avrà difficoltà a passarvi normalmente, causando difficoltà respiratorie, : è una patologia che colpisce il polmone, causata principalmente da virus e batteri, ma anche da altri fattori, come nelle malattie autoimmuni. Bisogna invece rivolgersi immediatamente ad un medico, qualora si avesse: Embolia polmonare: consiste nell'ostruzione, completa o parziale, di un'arteria con sede a livello del polmone, con accumulo di sostanze gassose, di liquidi o di aria Questi ultimi infatti vengono ostruiti riempiendosi di muco il quale non permette all’aria di circolare adeguatamente. Grazie per i consigli, Articolo molto interessante ed utile allo stesso tempo, Complimenti! Come abbiamo detto, per ridurre le crisi di panico sarà inizialmente importante apportare alcune modifiche alla propria vita, rendendola più serena ed equilibrata, ma in seguito dovrete scegliere uno o più trattamenti previsti per curare questa condizione ed i sintomi che porta nel vostro corpo. Infatti ad alta quota la pressione atmosferica è inferiore, e così anche la pressione parziale dell'ossigeno, cioè la concentrazione di ossigeno che ritroviamo nella miscela gassosa rappresentata dall'aria. Fenomeno in crescita, colpisce il 25% degli italiani. Intubazione e crisi respiratoria sono roberta;una ragazza di 26 anni. Viene attuata una risposta infiammatoria per riuscire a debellare il problema, con rilascio di una notevole quantità di istamina, una sostanza in grado di provocare vari effetti all'organismo. Come educare i bambini ad una corretta igiene orale? ADDENDUM: COSA FARE IN CASO DI FATICA A RESPIRARE ... A seconda della fase respiratoria interessata può essere utile distinguere la dispnea tra: inspiratoria, espiratoria – mista. Quando nell'organismo penetrano delle sostanze, inalate o ingerite, che vengono riconosciute come potenzialmente dannose dal nostro sistema immunitario, si ha un fenomeno allergico. La dispnea è un segno tipico dell'ansia e degli attacchi di panico, e si presenta come un senso di forte fame d'aria, iperventilazione con frequenti e rapide inspirazioni, maggiori rispetto agli atti espiratori, che fanno aumentare i livelli di ossigeno nel sangue, causando dolore toracico, giramento di testa e stordimento. Una sensazione di disagio durante la respirazione può anche essere una condizione transitoria e non necessariamente il sintomo di qualcosa di grave. L’insufficienza respiratoria cronica è generalmente meno grave rispetto alla forma acuta, ma non per questo deve essere considerata non pericolosa. In particolare, gli effetti sulla respirazione sono davvero pericolosi, in quanto l'inalazione del fumo di sigaretta va a danneggiare le naturali barriere cellulari presenti nelle vie aeree. Giuseppe Remuzzi, la ricetta anti-pandemia: "Il coronavirus si cura da casa, inutile aspettare il risultato del tampone" Proprio là, nella Bergamasca, dove più ha infierito il virus, il cerchio potrebbe chiudersi. Il tessuto presenta forte infiammazione, e si verifica un accumulo di liquidi che rende difficile la respirazione, e se non curata adeguatamente, può comportare conseguenze anche gravi. Ad esempio in caso di un comunissimo raffreddore, non riuscire a respirare correttamente è normale, dal momento che è presente una congestione a livello nasale. I professionisti di più reparti al lavoro insieme: parto cesareo immediato e poi la soluzione per risolvere la polmonite. Può essere legato a fattori virali, ma anche batterici, allergie, inalazione di sostanze irritanti, reflusso gastroesofageo  Cosa fare per liberarsi le crisi di panico? Ostruzioni all'interno del naso, della bocca o della gola, dovute all'ingestione di corpi estranei o altre problematiche In questi giorni ho avuto qualche difficoltà respiratoria. Cosa fare concretamente subito, anche senza budget? L'insufficienza respiratoria acuta si verifica quando in presenza di una disfunzione del sistema respiratorio, circolatorio, un'anemia o una intossicazione con CO, in caso alte quote, si verifica una significativa alterazione degli scambi gassosi, che può portare anche alla morte. Sembra che la causa principale dell'apnea notturna sia legata al peso, tanto che ne soffrono maggiormente i soggetti in sovrappeso e obesi, ma tra gli altri fattori influiscono anche la posizione in cui si dorme, l'uso di sostanze alcoliche e il fumo di sigaretta. In realtà questo sintomo può dipendere sia da condizioni fisiologiche che patologiche, ed impareremo a capire cosa fare per effettuare una corretta diagnosi e come intervenire. Richer fare would only distress them. Inoltre se dovesse ridursi l'apporto ematico a livello del cervello, dei muscoli o di altri organi, si potrebbero accusare stanchezza, intorpidimento e in alcuni casi anche difficoltà respiratorie, Fattori emotivi e psichici, soprattutto nel caso dell'ansia e degli. Infatti, soprattutto a livello respiratorio, causa congestione nasale, edema, aumento della produzione di muco e in alcuni casi ostruzione delle vie aeree con asma. Anche se a volte si verificano sintomi per i quali, neanche il medico riesce a spiegarli. Fatica a respirare? da un po' di tempo mi fa star male . Stupidi fissati, con le loro mentalità chiuse. Le difficoltà respiratorie sono sperimentate da quasi tutti almeno una volta nella vita, una sensazione di disagio durante la respirazione, un problema molto comune che può essere legato a varie cause e può essere lieve e transitorio o più grave e ricorrente, definito scientificamente come "dispnea" o fame d'aria o respiro corto. Il dr. Giuseppe Pingitore, allergologo, ci dà qualche consiglio. I professionisti di più reparti al lavoro insieme: parto cesareo immediato e poi la soluzione per risolvere la polmonite. Come prevenire le crisi? La causa è solitamente legata ad una reazione immunitaria di tipo allergico, innescata in seguito a inalazione di un potenziale allergene. Questo problema può verificarsi anche in seguito all'ingestione di cibi a cui il soggetto è allergico, e possono in alcuni casi provocare un'infiammazione talmente importante da creare un restringimento delle vie respiratorie superiori, per cui è necessario un intervento immediato da parte del personale specializzato, Altitudini elevate: quando ci troviamo in montagna ad esempio, la pressione atmosferica maggiore rende più difficile la captazione dell'ossigeno da parte dei polmoni, per cui il nostro organismo può risentire di questa variazione, con una serie di sintomi che possono essere riferiti al cosiddetto "mal di montagna": nausea, vomito, cefalea, vertigini, dispnea, fino a condizioni molto più gravi ad altitudini più elevate, Inalazione di polveri o sostanze chimiche irritanti, Difficoltà a respirare manifestatasi all'improvviso e in maniera intensa, Arresto totale della respirazione per soffocamento, Inalazione di sostanze irritanti o presenza di oggetti estranei nelle vie aeree superiori, Effettuare respirazioni profonde applicando tecniche di rilassamento, meditazione, yoga. Per questo alla tachicardia possono essere associati sintomi riferibili anche a patologie polmonari, come palpitazioni, svenimenti, dolore e anche dispnea. Infatti ad alta quota la pressione atmosferica è inferiore, e così anche la pressione parziale dell'ossigeno, cioè la concentrazione di ossigeno che ritroviamo nella miscela gassosa rappresentata dall'aria. Affanno. I bassi livelli di ossigeno causano dispnea e determinano una colorazione bluastra della cute ().Bassi livelli di ossigeno, elevati livelli di anidride carbonica e un’aumentata acidità nel sangue sono cause di stato confusionale e sonnolenza. Quindi si può avere tosse, soprattutto dopo l'esercizio fisico, anche lieve come salire le scale, affanno, fame d'aria, e in alcuni casi è necessario sottoporre il paziente alla terapia con l'ossigeno. Magari con batticuore, sudorazione, affannoe cervello paralizzato. Com’è fatto il cervello, a che serve e come funziona la memoria? Un attacco di panicoè un episodio improvviso di paura intensa che si sviluppa senza una ragione apparente e che può manifestarsi anche sotto forma di sintomi fisici e concreti, come ad esempio: 1. polso accelerato (tachicardia), 2. dolore al pettoo allo stomaco, 3. difficol… L’anafilassi è una situazione di emergenza che richiede immediata assistenza medica, nel caso di soggetto che ne manifesti i sintomi: pelle pallida, fredda e sudata, ... eventuale somministrazione di farmaci beta-agonisti per la funzione respiratoria. Sistema nervoso: com’è fatto, a che serve e come funziona, Sistema nervoso autonomo simpatico e parasimpatico: anatomia e funzioni, Neurotrasmettitori: cosa sono ed a che servono. In caso di tachicardia, cioè quando la frequenza dei battiti cardiaci è superiore al normale, il cuore non riesce a pompare correttamente il sangue nei vasi. Quindi si può avere tosse, soprattutto dopo l'esercizio fisico, anche lieve come salire le scale, affanno, fame d'aria, e in alcuni casi è necessario sottoporre il paziente alla terapia con l'ossigeno. Alveoli polmonari: cosa sono e che funzioni svolgono? Negli anziani è più frequente una dispnea di tipo cronico, dovuta principalmente alla coesistenza di disturbi respiratori e cardiovascolari. Ad esempio in caso di un comunissimo raffreddore, non riuscire a respirare correttamente è normale, dal momento che è presente una congestione a livello nasale. Il fumo può agire negativamente su molti distretti del nostro organismo. Durante il sonno può capitare di avvertire una forte sensazione di difficoltà respiratoria, condizione nota come "apnea notturna". Ipertensione polmonare: è una patologia che consiste nell'aumento della pressione nel circolo polmonare, a causa di alterazioni a livello dei vasi sanguigni, disturbi cardiaci o vascolari, embolia polmonare, malattie ostruttive croniche delle vie aeree, fibrosi interstiziale, o nelle cosiddette apnee notturne, che inducono una temporanea interruzione della respirazione durante il sonno In ogni caso spesso il legame della dispnea con l'ansia è biunivoco; infatti non solo l'ansia può provocare dispnea, ma anche il contrario, dal momento che i soggetti che avvertono difficoltà nella respirazione, accusano anche una forte sensazione ansiosa o di panico, quindi si rafforza ulteriormente il legame tra i due segni. Fattori emotivi e psichici, soprattutto nel caso dell'ansia e degli attacchi di panico, ma anche in caso di stress Tutti gli organi del corpo, tra cui ovviamente anche cuore e cervello, hanno bisogno di sangue ricco di ossigeno per funzionare bene e una quantità insufficiente di … Rimedi naturali per le difficoltà respiratorie Alcuni suggerimenti per vivere bene e non rinunciare alle attività che preferite. Il mondo del calcio mondiale è in lutto costretto a dire addio ad uno dei suoi migliori campioni mai esistiti: Diego Armando Maradona è morto a causa di un arresto cardiorespiratorio. Inalazione di sostanze irritanti o presenza di oggetti estranei nelle vie aeree superiori Famiglia; Che cosa disgustosa, devono sempre decidere tutto per te. Ostruzioni da corpi estranei o masse tumorali Infatti ad alta quota la pressione atmosferica è inferiore, e così anche la pressione parziale dell'ossigeno, cioè la concentrazione di ossigeno che ritroviamo nella miscela gassosa rappresentata dall'aria. Solitamente si tratta di crisi passeggere, che si risolvono spontaneamente in poco tempo, o possono essere trattate con l'ausilio di broncodilatatori o antistaminici  Il primo caso, il più delle volte, accade in seguito alla presenza di un corpo estraneo o … L’attacco avviene improvvisamente, senza motivi evidenti, lasciando il terrore di possibili recidive. Cosa fare in caso di un attacco d’asma; Asma e attività fisica; Asma e gravidanza; Menu; Ultimi aggiornamenti Sul sito ginasthma.org è disponibile il Gina Main Report 2020. al monossido di carbonio). Differenza tra inspirazione e espirazione: l’atto respiratorio, Apparato respiratorio: anatomia in sintesi, struttura e funzioni, Enfisema polmonare: sintomi, tipi, cause, diagnosi, terapia e complicazioni, Muscoli respiratori volontari ed involontari, Bronchi polmonari: anatomia, posizione e funzioni in sintesi, Bronchioli e ramificazioni dell’albero bronchiale: anatomia e funzioni, Bronchioli terminali: anatomia, posizione e funzioni in sintesi, Polmoni: differenza tra funzioni respiratorie e non respiratorie, Surfattante, compliance polmonare, alveoli, composizione e funzioni, Differenza tra vie aeree superiori ed inferiori, Differenza tra pneumociti di tipo I e di tipo II, Diramazioni delle vie aeree inferiori: spiegazione e schema. Insufficienza respiratori cronica. Non si può aspettare crisi respiratoria” Viene attuata una risposta infiammatoria per riuscire a debellare il problema, con rilascio di una notevole quantità di istamina, una sostanza in grado di provocare vari effetti all'organismo. In altri casi si manifestano sintomi dovuti all’eccesso di anidride carbonica e cioè ansia, confusione, sonnolenza, fino ad arrivare al coma e alla morte. Le principali sono la bronchite cronica e l'enfisema, con distruzione del tessuto elastico del polmone, che quindi non riesce ad espandersi normalmente, e l'asma. Il dr. Giuseppe Pingitore, allergologo, ci dà qualche consiglio. Disturbi cardiocircolatori: il cuore è il muscolo che si preoccupa di pompare il sangue verso tutti i distretti dell'organismo, e tra questi anche al polmone; se l'attività cardiaca non dovesse funzionare correttamente, potrebbero arrivare quantità insufficienti di sangue all'organo, con una serie di disturbi, anche gravi. Il termine insufficienza respiratoria cronica indica una situazione che si instaura più lentamente e progressivamente nel tempo, in mesi o anche anni. In particolare, gli effetti sulla respirazione sono davvero pericolosi, in quanto l'inalazione del fumo di sigaretta va a danneggiare le naturali barriere cellulari presenti nelle vie aeree. L'infezione causa una riduzione del diametro di questo condotti, quindi l'aria avrà difficoltà a passarvi normalmente, causando difficoltà respiratorie Aiutano a respirare correttamente e lentamente, limitando anche gli stimoli ansiosi, Dormire con la testa sollevata, magari con due cuscini o seduti, per favorire la respirazione. Insufficienza respiratoria e arresto respiratorio nei pazienti affetti da B.C.P.C. Bronchiolite nei bimbi: mortalità, pericoli, complicazioni e durata. Epiglottite: è l'infiammazione dell'epiglottide, il tessuto posto dietro la lingua che blocca l'accesso alle vie respiratorie durante la deglutizione. Per quanto riguarda la crisi respiratoria, potrebbe essere una forma di somatizzazione dell'ansia. Un’insufficienza respiratoria acuta può essere causata da una crisi d’asma intensa, un’infezione polmonare o data da un intossicazione (per es. La prima cosa è non farsi prendersi dal panico ed evitare sforzi. I reni si bloccano, provoca forti crisi respiratorie. Le allergie rappresentano una risposta "sbagliata" del nostro sistema immunitario, che identifica come dannosa una sostanza che invece non lo è. Queste molecole vengono denominate allergeni: ne esistono centinaia, ma alcuni sono più comuni di altri. Cause delle difficoltà respiratorie Saluti Il primo caso, il più delle volte, accade in seguito alla presenza di un corpo estraneo o … I problemi a livello polmonare possono riguardare: Embolia polmonare: consiste nell'ostruzione, completa o parziale, di un', : infezione virale delle vie respiratorie che colpisce soprattutto neonati e bambini, e si manifesta principalmente a livello dei bronchioli, le strutture terminali dei bronchi, che si prolungano negli alveoli. Le principali sono la bronchite cronica e l'enfisema, con distruzione del tessuto elastico del polmone, che quindi non riesce ad espandersi normalmente, e l'asma. Possiamo trovare: Le cause alla base di questo problema, che in ogni caso è quasi sempre un sintomo e non una patologia in sé, possono essere diverse. Fra i vari trattamenti prescritti dal medico in caso di dispnea invece ci sono: Una sensazione di disagio durante la respirazione può anche essere una condizione transitoria e non necessariamente il sintomo di qualcosa di grave. processi che alterano il rapporto tra la ventilazione polmonare e la sua perfusione con il sangue venoso destinato all’ossigenazione (per esempio, enfisema polmonare, asma bronchiale di grado avanzato, broncopneumopatia cronica ostruttiva = BPCO); processi che ostacolano la diffusione dei gas respiratori (per esempio silicosi); processi che causano il salto della ventilazione polmonare da parte del sangue venoso (per esempio cardiopatie congenite cianogene, bronchiectasie, atelettasie, versamenti pleurici, polmoniti lobari); processi che riducono il ricambio dell’aria a livello alveolare per difetto di ventilazione (per esempio ostruzione delle alte vie respiratorie da parte di corpi estranei o da edema della glottide, malattie del sistema nervoso e/o muscolare che deprimono la funzione respiratoria, come in caso di intossicazione farmacologica, distrofia muscolare, miastenia grave). Ad esempio per l’asma si possono usare corticosteroidi per via inalatoria, i β2-agonisti a breve e a lunga durata d’azione (broncodilatatori), gli antagonisti dei recettori dei leucotrieni, la terapia con anticorpi monoclonali anti IgE ed i corticosteroidi orali a basso dosaggio. Ossigenoterapia: per correggere il deficit di ossigenazione del sangue, che mette in crisi tutti gli organi e i tessuti dell'organismo. Le allergie da p… Quando ci troviamo ad altitudini elevate, ad esempio in montagna, siamo in condizioni atmosferiche che variano rispetto a quelle a cui il nostro organismo è abituato. ADDENDUM: COSA FARE IN CASO DI FATICA A RESPIRARE ... A seconda della fase respiratoria interessata può essere utile distinguere la dispnea tra: inspiratoria, espiratoria – mista. In una azienda in crisi, occorre subito fare una riflessione: se oggi come professionista o micro impresa non stanno arrivando risultati commerciali o finanziari, bisogna immediatamente ripartire dagli elementi alla base della strategia aziendale. Un’insufficienza respiratoria può essere provocata da molteplici fattori, ma solitamente le cause principali sono: ostruzione delle vie aeree superiori, problemi respiratori, traumi o cause cardiovascolari. Croup virale: è una patologia di natura infettiva che colpisce soprattutto i bambini, e si manifesta con una tosse molto forte, definita abbaiante, che peggiora durante la notte, ma anche dispnea e nei casi più gravi senso di soffocamento e cianosi. Cosa fare in caso di una crisi allergica? In questo modo i tessuti si trovano in condizioni di ipossia, in particolare del tipo ipossico, e si verificano diversi sintomi, tra cui cefalea, aumento della ventilazione e della frequenza cardiaca, con possibili svenimenti o collassi. Insufficienza respiratoria: cure e rimedi. Sono allergica allo smalto per le pareti, ma non mi ha dato mai grandi problemi la vernice ad acqua. Monrif.net Srl. Il conteggio della frequenza respiratoria (FR, normale tra 12-15 atti/m’) e la saturimetria (SO2) completano la valutazione di B. Problemi di B alla base della dispnea possono essere: pneumotorace, crisi asmatica, polmonite, riacutizzazione di Bpco , Ards, versamento pleurico , contusione polmonare conseguente a trauma. Cosa non fare • Cercare di guardare in gola in quanto si può scatenare un'ostruzione respiratoria completa. L'articolo non è stato pubblicato, controlla gli indirizzi e-mail! L'articolo è molto interessante perchè dà conto delle innumerevoli situazioni che possono dar luogo a difficoltà respiratorie oltre a suggerire i rimedi più adeguati per ogni singolo caso. Salve a tutti :) Da tempo ho in programma un tatuaggio, ieri sono riuscita finalmente a disegnarlo, quando mamma mi ricorda che da piccola ho avuto una crisi respiratoria mentre stavamo imbiancando casa (potevo avere 1 o 2 anni). Arresto totale della respirazione per soffocamento Ad esempio in caso di un comunissimo raffreddore, non riuscire a respirare correttamente è normale, dal momento che è presente una congestione a livello nasale. Ci dispiace, il tuo blog non consente di condividere articoli tramite e-mail. Mantenere la calma, cercando per quanto possibile di rilassarsi e di respirare lentamente e profondamente. Sebbene non sia solitamente guaribile è tuttavia possibile trattarla efficacemente. Le cause alla base di questo problema, che in ogni caso è quasi sempre un sintomo e non una patologia in sé, possono essere diverse. Si presenta con senso di secchezza alle fauci, disfagia, dispnea, scialorrea, tosse e febbre. Dott. ... crisi respiratoria, spasmi affettivi ... dispnea ed insegnare loro quali pratiche adottare per prevenire eventuali crisi respiratorie Un altro esempio è rappresentato dall'affanno in seguito ad un intenso esercizio fisico, soprattutto se si è fuori allenamento. Ciclo di Krebs e respirazione cellulare: spiegazione facile e schema, Differenza tra cellule eucariote e procariote, Virus e virioni: cosa sono, come sono fatti, come funzionano e come si riproducono, Differenza tra cellula aploide e diploide con esempi, Barriera ematoencefalica: dove si trova, funzioni, quali sostanze la attraversano. Croup virale: è una patologia di natura infettiva che colpisce soprattutto i bambini, e si manifesta con una tosse molto forte, definita abbaiante, che peggiora durante la notte, ma anche dispnea e nei casi più gravi senso di soffocamento e cianosi. Detto dispnea nel linguaggio medico, è una carenza d’aria dell’apparato respiratorio, che quindi non riesce a ossigenare l’organismo e rallenta la capacità di movimento.Ci sono due tipologie di affanno respiratorio. Il corso è basato su una selezione della migliore produzione scientifica internazionale su BPCO, Asma e Rinite. Sinapsi chimica ed elettrica: cosa sono ed a che servono? articolo interessante e di grande aiuto , almeno nel riconoscere i vari sintomi che accompagnano questo disturbo. Per approfondire: Crisi respiratoria acuta e rischio di morte: cosa fare? I soggetti che soffrono di questa condizione accusano forte stanchezza e sonnolenza durante il giorno, dal momento che la qualità del sonno è davvero scarsa. Infatti in molti anziani sono presenti dei problemi a livello del cuore, che possono mettere sotto sforzo il polmone, non assicurandogli adeguate quantità di sangue per un corretto funzionamento. Infatti, soprattutto a livello respiratorio, causa congestione nasale, edema, aumento della produzione di muco e in alcuni casi ostruzione delle vie aeree con asma. I problemi a livello polmonare possono riguardare: In questo modo i tessuti si trovano in condizioni di ipossia, in particolare del tipo ipossico, e si verificano diversi sintomi, tra cui, Difficoltà respiratorie: fatica a respirare. Penso sia dovuto allo stress, dato che sto passando per un periodo complicato. ... Sono sei anni che assumo totalip 80mg. Solitamente si tratta di crisi passeggere, che si risolvono spontaneamente in poco tempo, o possono essere trattate con l'ausilio di broncodilatatori o antistaminici, Ipertensione polmonare: è una patologia che consiste nell'aumento della pressione nel circolo polmonare, a causa di alterazioni a livello dei vasi sanguigni, disturbi cardiaci o vascolari, embolia polmonare, malattie ostruttive croniche delle vie aeree, fibrosi interstiziale, o nelle cosiddette apnee notturne, che inducono una temporanea interruzione della respirazione durante il sonno, Ostruzioni da corpi estranei o masse tumorali.